Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Città Eterna’

Dài, non fare così…
Ma sì, lo so, nel post precedente ti ho dato dell’ incommensurabile coglione… ma con l’amicizia che c’è, se anche uno si prende un minimo di confidenza…
Lo sai come faccio, no? Subito mi incazzo, ma dopo un attimo è tutto finito…
Su, Walterino, tira via quel muso lì, dài…
Vuoi che ti porti al cinema?
Eccolo lì… lo vedi che ti scappa un sorrisino?
Guarda, pur di far la pace, anche un film di Ermanno Olmi…
Eh? I fratelli Taviani?
Walter… non te ne approfittare, eh? Lo sai come la penso: meglio un Olmi oggi che due fratelli Taviani…
E se tiri troppo la corda ci metto un attimo a farti vedere un blockbuster made in USA, chiaro?…
No no no… non fare di nuovo il muso…
Guarda qua cosa c’è…

bellissima

Ah ha… lo sapevo io che questo… eh?…
1951, bianco e nero, drammatico, regia di Luchino Visconti…
Pace?…
Oh, bravo, adesso ti riconosco.

Senti un po’, già che ci siamo, volevo chiederti un favore…
Eh? Ma figurati se voglio un posto di lavoro…
No, neanche una raccomandazione; lo so che non conti un cazzo e che per queste cose devo chiedere a Baffino o a quello lungo lungo secco secco…
No dài, non t’incazzare di nuovo…
Ma non volevo… non conti un cazzo… nel senso buono, capito?
Conti, conti…
Eh? Sì, sì, più di Francesco, sì, giuro, più di Francesco… Okay?…

Allora, senti qua: è un periodo che sono incasinatissimo, mi serve una mano per dare una girata a tutta la situazione ed ho appena scoperto che sei l’uomo giusto: io ti dico cosa vorrei fare e tu mi spieghi come farlo, okay?

Dunque, sai che la macchina in garage non mi va di metterla, troppo casino, ci entra a malapena quella di Bimbi; ecco, vorrei farci entrare comodamente anche la mia e quelle di tutto il condominio: due scale, trenta appartamenti per scala… togli i vecchietti… diciamo un centinaio di macchine, più o meno.

Poi, l’officina: non riesco più a muovermi, c’è un merdaio di roba dentro e vorrei ricavare un po’ di spazio per lavorare comodo; inoltre, visto che ho dei macchinari che uso poco, mi farebbero comodo altri due o trecentomila metri quadrati da affittare alla Boeing per farci gli aerei.

E devo mica spiegarti come sono messo in casa?…
Vorrei aggiungere almeno tre o quattro camere per gli ospiti, ognuna col suo bel bagno, e, se possibile, una zona giorno, con cucina, per organizzare matrimoni: centocinquanta coperti, non di più. Ah, se ci stesse anche una chiesetta potrei offrire il pacchetto completo, che ne dici?

E per finire… Cosa?
Come sarebbe a dire “ed io cosa c’entro”?
Ma non voglio i finanziamenti, te l’ho detto…
…E se non parlavi di soldi, qual’è il problema?
Che è una cosa impossibile?

Senti un po’, fenomeno, per gli altri si può fare tutto e se ti chiedo un favore io…
Sai benissimo di cosa sto parlando: l’altro giorno hai fatto stare due milioni e mezzo di persone al Circo Massimo e per quattro pirlate che ti chiedo…
Cosa “ma no, vedi…”?
Hai preso tutta ‘sta gente, li hai fatti stare in un posto che, sì e no, ce ne sta un decimo; li hai stipati come gli atomi di una nana bianca, che un cucchiaino di quei manifestanti pesava come l’Everest, rischiando di creare un buco nero nella Città Eterna se solo ne arrivava ancora un pullman…
E per me non puoi fare niente?
Come sarebbe “non erano proprio tanti così”?
Guarda, lo sapevo, non dovevo chiederti niente: pur di lasciarmi nella merda sei disposto a fare la figura dello scemo…
Bell’amico!…

Cosa?…
Eh no, bello mio: quel film dimmerda te lo vai a vedere per i cazzi tuoi…

Dottordivago

Annunci

Read Full Post »