Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 dicembre 2010

Fino al 2001 non sapevo accendere il computer.
Ne avevo uno in officina ed uno in negozio; il problema era che, in entrambi i luoghi, avevo qualcuno che lo faceva funzionare al mio posto.
Vedermi era uno spettacolo, ero come il burino analfabeta che andava da Totò scrivano e dettava la lettera “Car’ cuggin’ compar’ nepot’…”: non avevo assolutamente la benchè minima idea di come funzionasse, tutto sembrava prodigioso, le dita della segretaria, in officina, o del mio socio, in negozio, mi sembravano quelle di Rubinstein.
Un poveraccio.
Un giorno ho anche domandato: “Quanto cazzo spendiamo, per tutte ‘ste email che mandate, eh?”
Mi hanno spiegato che “per mandare un’email non devi mettere il gettone come nei telefoni pubblici, asino…”
ciuchino

A quel punto mi sono sentito un coglione.
Mi è successo spesso, nella vita, e mi succede ancora ma sempre per cose a cui non posso mettere una pezza.
Con il computer, invece, potevo farcela.

Così ho precettato il mio primo Guru Informatico, mi sono fatto accompagnare da Computer Discount e, fatto l’acquisto, me lo sono fatto installare a casa: Bimbi era ignorante come me, quindi non avrei avuto nessuno a cui far fare le cose, così, nuota o annega, ho iniziato a capirci qualcosina.
Fino al 2007 mi sono limitato ad usarlo come una macchina da scrivere (chiedo scusa ma macchina per scrivere proprio non mi viene…) con cui non era necessario buttare via il foglio se sbagliavi una virgola, con qualche puntatina ‘ngopp’ internette.

Poi ho scoperto i blog.

A novembre 2007 è nato IL PANDA DEVE MORIRE e l’anno dopo ho assimilato il copia/incolla.
Oggi ho scoperto che ci si può personalizzare il blog come un abito di sartoria, solo che non ho idea di cosa siano e a cosa servano tutte quelle opzioni.
Però ho fatto una figata.
Quando Claudiochenecapisceparecchio, il mio attuale Guru Informatico, mi ha piazzato il tutto, nei commenti mi ha battezzato ilpandadevemorire (credo si dica loggato) ma a me non piaceva. Naturalmente non mi sono mai ricordato di chiedergli la modifica quindi da tre anni firmo Dottordivago ogni pirlata che scrivo nei commenti.

Bene, oggi, 16 dicembre 2010, ho scoperto che sì, ce la potevo fare, così mi sono battezzato da solo, con queste manine d’oro e da oggi, nei commenti, risponderò con il mio nome.
Lo so, renderlo noto a quest’ora è un’infamata per tutti i giornali che dovranno rifare le prime pagine e pure per la CNN che sta già spostando sotto casa mia gli inviati da mezzo mondo.
E mi scuso pure con voi, amici miei, che andrete a letto in un tale stato di eccitazione che rischiate di giocarvi la nottata.

Non gliene frega un cazzo a nessuno?
Beh, quando ho letto il mio primo commento firmato Dottordivago, mi rideva anche il buco del culo.
È proprio vero che nella vita basta accontentarsi…
Buona serata, cari.

Dottordivago

Annunci

Read Full Post »