Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 31 agosto 2010

Ebbene sì, i tempi cambiano: addirittura il Dottordivago, noto animale informatico, pubblica un post dalla Grecia.

Tranquilli, sono sempre il caprone ignorante di una volta, solo che dovevo avvisare via email tutti quelli che cercano di rintracciarmi invano al telefono. Perchè non ci riescono? Mah, sarà mica perchè lo tengo ostinatamente spento 23 ore e 58 minuti al giorno e acceso 2 minuti solo per vedere chi mi cerca?
Così posso continuare a compatire e disprezzare quelli che vedo in giro col cellulare all’orecchio e che raccontano per filo e per segno agli amici ogni passo della vacanza: spegni quell’affare, cretino, e con quello che risparmi fatti un paio di giorni di vacanza in più…

Comunque, a me, chiunque mi cerchi, non mi becca, chiaro?

Poi, cosa vuoi, l’occasione fa l’uomo ladro e il Dottordivago scrittore: son qui, con un computer ed una connessione internet… vuoi non mandare un salutino, una cosa rapida rapida?

È noto che in Grecia si va per vedere cose che c’erano; è una civiltà così antica che è rimasto pochino, così gli amici si sono specializzati nel cintare aree che sembrano cantieri appena aperti ma che rappresentano il luogo su cui sorgeva un qualunque Tempio di Afrodite o un Teatro di Qualcunaltro.
In quei casi io tiro dritto: a differenza di molti altri mi sento un po’ stupido nel girare con una guida in mano e segnare col piede “… e qui c’era la statua di Zeus…”
Visto che c’era, guardati una ricostruzione su internet, così ti fai un’idea più precisa…

E visto che della roba vecchia c’è rimasto poco o niente, facciamo un passo indietro molto più breve con alcune foto che ho fatto oggi, ricordandoci che siamo ancora in tempo a darci una raddrizzata, forse.
In breve: due casette, una di fronte all’altra, separate da una stradina di cinque metri; uno ha installato dei serramenti in pvc che si intravedono dietro alle splendide persiane d’epoca restaurate insieme all’altrettanto splendido portoncino; l’altro ha comperato le stesse finestre e, per superare il vicino, ha sostituito portoncino e persiane in legno con una bestemmia in alluminio.
Magari ingrandendo le foto, riflettiamo brevemente su quello che ci hanno lasciato i nostri nonni e quello che lasceremo ai nostri nipoti.

SDC10170 Portoncino restaurato

SDC10171 Portoncino in alluminio

SDC10173 Persiana restaurata

SDC10172 Persiana in alluminio; notare le cerniere anodizzate argento sull’effetto legno, proprio la morte sua…

Come dar loro torto, se i nostri nipoti ci cagheranno sulla tomba?

Dottordivago

Annunci

Read Full Post »