Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 25 marzo 2009

Micro divagata, così mi tolgo il pensiero.

Dio benedica Alda, Giovanna e Giacoma: non c’è mai stata una guerra così, su queste pagine.
Le Charlie’s Angels (mia mamma mi ha chiamato Carlo, non Dottordivago…)
Anna e Skakkina hanno fatto girare lo spandiletame nella zona rossa del contagiri: così vi voglio, Angeli.
Mi spiace solo che non siano saltate nel mucchio due Angeli storici come Elena e Simona -mi sa che sono molto impegnate- sennò ‘o sapess’ ‘a Maronn’ cosa veniva fuori…

Ancora una cosa; guardate cosa ho scoperto (ci sono ovviamente anche le Tre Parche…) e poi ditemi se Feisbuk non è una cosa nata bene ma ormai ostaggio di una banda di coglioni; e dico coglioni perchè, se aderisci ad un gruppo senza sapere perchè, sei un coglione; invece, se prima leggi “Perchè il panda deve morire” e poi aderisci, non hai capito un cazzo, quindi sei un coglione.
Cosa dite, ci infiltriamo?

Dunque, l’aggiornamento, dicevo.
Qualche mese fa, in Minchia Kevin! , alla fine del post vi parlavo dei pargoli della famiglia Iannacone: Nicolas, Entoni e Maicol.
Non so come compaiono sullo stato di famiglia -come sono scritti i nomi, per capirci- ma ho il sospetto che le varie H e Y non siano proprio tutte al posto giusto, così mi sono limitato a scriverli come si pronunciano.

Ho un box in affitto (pieno di tutte quelle cagate che “potrebbero sempre servire”) nel cortile dove imperversano i tre piccoli, rumorosi ma non insopportabili oriundi.
Ho scoperto che esiste un quarto fratello, che non conoscevo in quanto più grandicello, quindi non compagno di giochi di Bufera Nicolas, Tempesta Entoni e Grandine Maicol.
Stava trafficando vicino al suo motorino e, quando la mia macchina è stata colpita da una pallonata, ha brutalizzato i fratellini senza che io avessi detto “Ba”, anche perchè ho un bel rapporto con l’auto: comincio a preoccuparmi quando ci casca sopra un pianoforte a coda; è venuto a scusarsi -un vero ometto- poi si è offerto di pulire lo stampo della pallonata -“ma figurati, lascia stare”- e prima di andarsene si è così accomiatato:”…E se i miei fratelli le scassano la minchia me lo dica ammè, che li faccio neri di mazzate.”
Per la serie “I fratelli so’ piezz’e core”: bravo.

Ah, si è anche presentato: non so come compaia sullo stato di famiglia, so solo che si chiama Stiven.

È stato molto gentile: se mi trovassi nella necessità di contraccambiare un favore, proprio vicino al mio tipografo di fiducia ho trovato il negozio giusto:

Copia di happy

Dottordivago

Read Full Post »