Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 7 ottobre 2008

Girovagando tra i blog amici ho tirato su un paio di spunti; meno male: ho un cervello grosso come un fagiolino dall’occhio e non è che gli argomenti mi vengano così, schioccando le dita…

L’amico Misterpinna ha scritto un post sui due martiri che, inseguiti dalla polizia, hanno infilato una strada contromano e si sono schiantati contro un’auto, restandoci secchi.

Avrei  anch’io una cosa da dire in proposito: pazienza…

Ve lo ricordate il negher l’afroamericano che la polizia di Los Angeles ha gonfiato come una zampogna qualche anno fa?
Vi faccio un ripassino.
Rodney King era un delinquentello troppo stupido per fare il salto di qualità; una sera la pula lo ferma per un controllo e questo tela. Lo inseguono e lo fermano. Fin qui, i fatti: ora vado a naso.
P (pula): scenda dall’auto!
S (scemo): che cazzo volete?
P: le ho detto di scendere dall’auto!
S: che cazzo volete, sbirri dimmerda, andate a farvi fottere!
P: vieni giù di lì o spariamo!
S (scende): e adesso cosa succede? Volete portarmi dentro? Ok, se volete perdere tempo, fate pure. Tanto esco prima che voi abbiate finito di scrivere il verbale, figli di puttana…
story.rodney.king.bruises

“E lo fecero tondo tondo di mazzate”, come direbbe il mio amico Nino di Salerno.

E non fecero bene: fecero benissimo.
Tant’è vero che al processo i poliziotti furono assolti.
L’unico problema è stato che tutti quelli come lo scemo hanno approfittato di quel pretesto per rubare, depredare ed uccidere (rivolta di L.A. del ’92).

In Sicilia potrebbe succedere la stessa cosa, anche se su scala ridotta: daltronde lì non c’è la rabbia di L.A.
Mentre a Los Angeles o lavori o rubi, visto che nessuno ti regala una fava, in Sicilia, per certa gente, ci scappa sempre un Lavoro Socialmente Utile, una pensioncina d’invalidità, uno stipendio da bracciante agricolo o un altro contributo regionale, quindi sono più rilassati.
Solo che chi lo prende in quel posto siamo noi ed i siciliani onesti.

A proposito dei due morti sul motorino, l’ho già detto “pazienza”?
Ah, sì, l’ho già detto, quindi passiamo oltre.

L’amico Tuttoqua fa un paio di riflessioni sulla crisi delle Borse mondiali ed io mi unisco a lui.
crisi29_schema

Ce ne saranno di robe che mi fanno incazzare, ma come la Borsa…
Stiamo parlando di gente che, alla vigilia della prima Guerra del Golfo, aveva mandato a picco le economie di mezzo mondo e alle stelle il prezzo del petrolio; il giorno stesso in cui gli Americani hanno dato la prima sgrossata a Baghdad, le borse mondiali hanno volato alto ed il petrolio te lo tiravano dietro.
L’ho sempre detto che gli Americani non capiscono un cazzo: se sganciavano anche tre o quattro bombe atomiche, diventavamo tutti miliardari.
E adesso? Per paura di rimetterci stanno vendendosi anche la mamma, così il valore delle azioni scende e loro ci rimettono davvero.

Fosse più facile quotarsi in Borsa, quoterei il mio pisello, poi spargerei la voce che ho ingiaccato le meglio gnocche del mondo e mi godrei i soldi di gente che investe su ‘sto cazzo…

Dottordivago

Annunci

Read Full Post »