Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 25 gennaio 2008

Il titolo è già rivelatore dell’importanza di questo post: se dovessi sprecare inchiostro e anche solo un foglio di carta ci penserei un attimo prima di scriverlo.
Il timore è che mi arrivi un commento in cui mi si faccia notare che la stessa cosa vale per tutto quello che scrivo, soprattutto adesso che, contro il parere di Claudio Chenecapisceparecchio, il mio guru informatico, ho tolto la moderazione ai commenti che ricevo; giusto per pareggiare i conti con quello che scrivo, dove la moderazione non c’è mai stata…

Minchia, Dottordivago, ti sei già perso!

Torniamo all’inutile post.
Dovete sapere, ma è lecito anche che non ve ne possa fregà dde meno, che se non prendo un caffè appena mi sveglio il cervello mi rimane col freno a mano tirato. Quindi è la prima cosa che faccio al mattino e, siccome sono uno di quei culi rotti che gli orari se li fa da sè, lo faccio lungo in tutti i sensi e mi leggo il televideo.

Un po’ come un quotidiano “bentornato nella merda”.

Mi succede spesso di incazzarmi, più raramente di stupirmi; stamattina sono rimasto perplesso davanti a due notizie.
La prima: a Perugia si profila la svolta nelle indagini sull’omicidio di quel pover stelìn della Meredith. E’ venuto fuori un tipo che ha dichiarato di essere stato minacciato con un coltello, la sera  dell’omicidio, dall’allegro terzetto costituito dal pugliese, la zoccola e ‘l negher.
Resto perplesso: non tanto per il fatto che questi tre pirla ammazzano il pover stelìn e si riversano sulle strade come i Visigoti, urlando e minacciando chi capita con l’arma del delitto in mano, invece di mettersi le penne in testa e fare gli indiani; visto il livello dei tre, ci posso credere.
Quello che mi chiedo è: ma dove cazzo è stato ‘sto scemo negli ultimi tre mesi?
Possibile che centinaia di “giornalisti”, per tre mesi, abbiano preso, schiacciato, essiccato, triturato e disperso nel vento solo i miei adorati coglioni?
E’ stato rapito dai marziani? No, perchè se ad impedirgli di svegliarsi prima sono stati i troppi impegni, che cazzo di agenda deve avere quello lì?…

Comunque sia, mi sento di liquidare questa notizia come il parto della mente di qualche “giornalista”, appunto.

Quella che invece di perplessarmi -voce del verbo “rimanere perplessi”- riesce ad insospettirmi -voce del verbo “qui non me la raccontano giusta”- è la notizia che la Fiat sta nuotando nell’oro, proiettata verso orizzonti ancora più rosei, anzi più aurei, sotto la guida del nuovo condottiero, vero Gengis Khan della metalmeccanica, Sergio Marchionne.
Dicono tutti che sia un fenomeno ma, personalmente, riconosco a questo signore una capacità di farsi bello con il lavoro degli altri che ha dell’incredibile. Magari dico delle cazzate, ma mi risulta che, poco prima o poco dopo il suo arrivo, la General Motors abbia preferito tossire un miliardo e mezzo di dollari o di euro (L’Approssimazione Al Potere! L’AAP!.. .era un po’ che non ve la tiravo fuori, eh?) piuttosto che consolidare il matrimonio con quell’azienda con le pezze al culo.
Un po’ come uno che aspetta al bar la sconosciuta tacchinata in chat e che, vedendo da lontano un terrificante mucchio di letame, copre di soldi il cameriere purchè gli presti vassoio e grembiule così da poter fare la bella.
E questo l’ha fatto la General Motors, gente con le spalle larghe…

Il nostro, sempre vendendo Panda, Punto e Grande Punto, cioè i modelli della gestione precedente, ha cominciato a macinare euri su euri (ve l’ho già detto: quando sono tanti sono euri!).
Il fatto è che Fiat e Alfa, su tre macchine, ne vendono quattro a km zero, ergo non gli resta il grano per le sigarette. E lasciamo stare Lancia, che tolte poche Ypsilon e Musa, produce ormai da anni auto così tristi da meritarsi una colonna sonora tipo “Anonimo Veneziano”…E comunque a km zero pure loro.

Sì che sotto la sua gestione hanno preso quel pollo con l’artrite della Stilo e lo hanno spiumato e travestito da pavone, chiamandolo Bravo, ma resta il fatto che in giro se ne vedono pochine.
Ed io non vivo a Montecarlo o a Dubai, vivo ad Alessandria…
Sulla 500 niente da dire: è carina e se ne vendono, ma come insegnano i tedeschi, e gli esperti lo confermano, con le macchine piccole si guadagna poco.

Ora, non è che questo signore, uno di questi giorni, affitta la casa di Bettino ad Hammamet e ci resta un dieci o quindici anni, mentre noi scopriamo un vaso di Pandora che in confronto la Parmalat era come portare i soldi in Svizzera?

Mah… Girerò il quesito a Quattroruote.

E speriamo nel caffè di domattina.

Dottordivago.

Annunci

Read Full Post »